Canon EOS 77D e EOS 800D sono state ufficializzate nelle scorse ore, rispettivamente di fascia media ed entry-level, che ci hanno regalato qualche giorno di rumor decisamente azzeccato.

Entrambe condividono un sensore da 24.2 megapixel APS-C Dual Pixel CMOS e un processore di immagine DIGIC 7 equipaggiato anche nella nuova mirrorless EOS M6, che fanno raggiungere ad entrambi i corpi macchina la velocità di messa a fuoco in modalità Live View di solo 0.03 secondi, (stando al quel che ha dichiarato Canon) e la raffica di 6 fotogrammi al secondo. Il sistema di messa a fuoco per la prima volta nel comparto a due zeri è di 45 punti a croce. 

Entrambe le EOS consentono di scattare fino a 25,600 ISO, valore ulteriormente espandibile a 51,200 ISO, un notevole passo avanti per tutti quelli che decideranno di cominciare la propria avventura con una entry-level!

Stessa cosa vale per la scelta di proporre un display da 3″ touch orientabile su entrambi i modelli, che massimizzano la capacità di ripresa, lo stabilizzatore di immagine digitale a 5 assi per la modaità video (Movie Electronic IS)video in HDR, la possibilità di girare dei timelapse direttamente in-camera, Wi-Fi, NFC e Bluetooth.

Le caratteristiche tecniche dettagliate delle nuove Canon EOS 77D e EOS 800D potete trovarle all’interno del sito ufficiale Canon.

Al momento siamo ancora in attesa di ulteriori informazioni relative al prezzo ed alla disponibilità delle due reflex nel mercato italiano, che faranno riferimento ai 889 dollari (solo corpo) per la 77D, mentre per la EOS 800D la cifra sarà di 749 dollari (solo corpo).

Le fotocamere dovrebbero essere disponibili per il mese di Aprile.

Canon EOS 77D: una marcia in più.

La nuova Canon EOS 77D si differenzia dalla più piccola 800D grazie al sistema di messa a fuoco molto più avanzato, grazie al sensore da 7650-pixel RGB+IR, ereditato dalla 80D. Un’altra comoda funzione, oltre ad avere una doppia ghiera di comando e il display delle info sulla scocca superiore, è un pratico sistema per rilevare il flickering.

Supponendo un paragone con il mercato di ieri, sembrerebbe posizionarsi come grande upgrade della 760D, che aveva un look e un target di pubblico molto simile, ovvero l’amatore che già comincia a volere qualcosa di più di una entry-level.
Sembrerebbe una fotocamera abbastanza completa, per cominciare e non dover cambiare subito il corpo macchina una volta raggiunte delle esigenze più importanti!

Appena la stringo fra le mani, vedró di scrive una recensione!

Lascia un commento.