Molti di voi hanno sicuramente provato l’esperienza di scattare con dei filtri ND per bilanciare il cielo, una parte sovraesposta del fotogramma, o semplicemente per rendere più morbido l’effetto dell’acqua, donandogli un’effetto artistico spettacolare e unico.

Quanti in realtà però, hanno provato il top della casa LEE? Il famoso Big Stopper?

Esasperano l’esposizione oltre ogni limite concesso dai filtri ora nel mercato insieme ai suoi rivali : il B+W 10Stop a vite, e l’Hitec ProStop 10 sempre a lastrina (85mm e 100mm).

Il BigStopper è una lastra 100mm x 100mm costruita in Lee ProGlass, un vetro di alta qualità appositamente costruito per le fotocamere digitali, che dona la capacità di assorbire molta più luce ultravioletta e infrarossa di un normale filtro ND. Ha degli accorgimenti molto rilevanti riguardo la comodità e la funzionalità :

  • E’ dotato di una gomma interna (lo stesso materiale per isolare i tubi idraulici), che scherma dalla luce riflessa dal filtro, per evitare che entri nella nostra ottica e per questo è costruito per essere perfettamente inserito nel primo slot del portafiltri della Lee (io ho optato per il Foundation Kit con anello adattatore da 77mm).
  • E’ fornito in una comoda scatola metallica, ove all’interno troverete il filtro ben protetto dalla gommapiuma, in modo che anche il suo trasporto risulti facile e sicuro. Per levarlo senza lasciarci le ditate stampate, io di solito capovolgo la scatola e la apro con cautela, in modo da avere lo spazio per prenderlo.
  • E’ inclusa inoltre una tabella formato biglietto da visita, con i più comuni tempi utilizzati e la loro rispettiva conversione con il filtro applicato.

L’acquisto è preferibile su eBay, in Italia si fa una fatica tremenda a trovarlo e, pur trovandolo, i tempi di attesa sono mostruosamente lunghi (due fornitori su tre mi hanno risposto “appena arrivano i nuovi listini fra qualche mese”, e il terzo aveva dei prezzi improponibili). Solitamente si ordina dall’Inghilterra, ove risiede la fabbrica stessa, e ci sono svariati kit in vendita che comprendono il big stopper e il portafiltri, oppure lo stesso kit con altri filtri 150×100 come gli ND Soft Grad (filtri ND sfumati), gli ND Hard Grad (filtri metà ND e metà neutri) o addirittura i filtri colorati.

Quì le foto del kit che ho comprato e cosa comprende :

IMG_7432


A dirla tutta ho valutato molto la scelta fra i diversi tipi di filtro, ma dopo aver provato l’ND400 a vite della Hoya e l’Hitec di un’amico, devo dire che è una scelta quasi obbligata. Purtroppo i filtri a vite, oltre a essere molto scomodi durante la composizione, tendenzialmente creano una vignettatura troppo evidente, e gli Hitec hanno una dominante molto forte tendente al magenta, che non può essere totalmente post-corretta. Il BigStopper invece, nel complesso, ha solo una dominante molto fredda, facilmente correggibile in post-produzione in Photoshop, e in più ha l’estrema comodità di essere fissato al sistema Lee, che ha bisogno solo di nemmeno mezzo secondo per essere tolto per consentirci di inquadrare o calcolare l’esposizione.

Passando agli esempi pratici, viene principalmente utilizzato per allungare il tempo di esposizione anche in condizioni di luce molto forte :

  • In un bosco dove si vuole creare l’effetto mosso o meglio “seta” dell’acqua di alcune cascate, o torrenti
  • Nelle foto di coste e laghi per appiattire il mare, o creare l’effetto mosso della schiuma del mare
  • Per dare movimento alle nuvole del cielo quando c’è vento e le nuvole si muovono velocemente
  • Nella fotografia di architettura, per eliminare le persone all’interno del fotogramma

In generale dunque, ovunque si voglia creare un’effetto particolare dato dalla lunga esposizione.

Quì un pratico esempio di esposizione senza (sopra) e con Big Stopper (sotto):

IMG_9500IMG_9499

 

E IL LITTLE STOPPER?

Tutto quello che qui sopra è scritto, vale anche per anche per il Little Stopper, solo che al posto di essere un filtro ND da 10 Stop è da 6 Stop.

Il vantaggio è che in condizioni di scarsa luminosità, quali tramonti o alba, i tempi non si allungano troppo come invece nel big stopper, evitando di far surriscaldare troppo il sensore, e quindi di dover poi ricorrere ad eventuali dark frame per correggere il rumore del sensore, o tempi di scatto lunghissimi.

E’ dunque un’ottimo alleato per chi fa prevalentemente foto durante l’alba o il tramonto.

 

Qui altri esempi di scatto :

IMG_9502

IMG_9520

IMG_8603forweb

 

Per fortuna non ho avuto modo di provare la sua fragilità ancora, però si raccomanda di stare molto attenti ad usarlo, e maneggiarlo, in quanto la caduta soltanto risulterebbe disastrosa, perchè “esplode” come se fosse cristallo, ed è molto facile da graffiare. Insomma, è uno di quegli assi nella manica, che ognuno di voi deve imparare a maneggiare con cura e saggezza, in base alle condizioni atmosferiche e alle vostre esigenze di scatto.

Queste ultime foto sono sempre del kit che ho acquistato, buona luce a tutti.IMG_7494IMG_7496

IMG_7500

IMG_7498

 

 

7 Risposte

  1. Alessandro

    Ciao. Vorrei acquistare un big stopper e sto cercando di documentarmi in internet su cosa esattamente mi occorre e non è facile riuscire a capire di cosa effettivamente necessito, anche a causa della mia scarsa esperienza in questo ambito.
    Nello specifico utilizzo una 6D (quindi full frame) e vorrei montare il big stopper su un 17-40 canon f4 L con diametro filtri 77mm

    – quale holder mi suggerisci?
    – quale anello adattatore devo prendere?
    – il filtro di che misura deve essere?
    – rischio vignettatuta meccanica?

    Grazie in anticipo.
    Alessandro

    Rispondi
    • Federico Bottos

      Eccomi! Allora, per utilizzare il big stopper in condizioni simili, e quindi con un’ottica grandangolare, devi acquistare l’holder normale da 100mm, ma l’anello deve essere specificatamente wide angle adaptor da 77 ovviamente. Questo perché sennó si creerebbero spiacevoli vignettature.
      Se invece opti per l’holder NiSi, non dovrai acquistare separatamente holder e anelli perchè sono già inclusi, inoltre godrai anche di un polarizzatore integrato all’holder.

      I filtri NiSi costano di più, ma sono anche migliori in termini di neutralità, io utilizzo ancora il big stopper, e va bene lo stesso anche sul holder della NiSi :)!

      Buona giornata, spero di averti chiarito le idee!

      Rispondi
      • Alessandro

        Grazie per la risposta. Avrei un’altra domanda:

        – nell’holder normale da 100mm della Lee quali filtri posso inserire?
        – l’holder Lee è compatibile solo con filtri Lee?

        Mi rendo conto che potrebbero sembrare domande banali ma non avendo mai ne utilizzato ne visto utilizzare questa attrezzatura ho bisogno di avere le idee piu chiare possibili prima di spendere soldi.

        Grazie ancora.

      • Federico Bottos

        Eccomi!
        Beh, è normale che tu ne voglia sapere qualcosa di più :)!
        Io penso che qualsiasi filtro largo 100mm possa andare bene, il problema secondo me riguarda lo spessore del filtro in relazione a quello dell’holder. Se devi acquistare filtri di altri produttori, secondo me sarebbe meglio che tu dia uno sguardo allo spessore di un filtro prima di acquistarlo, ovviamente per valutare se puó essere adeguato :)!

        Buona Domenica!

Lascia un commento.